Archivio

Archivio per la categoria ‘mobilitazione contro Casa Pound’

Perchè un Dossier su Casa Pound Napoli? Intervista del Cau per la rivista “Senza Censura”

18 marzo 2010 Commenti chiusi
di seguito un’intervsita che il Cau ha rilaciato per la rivista Senza Censura (n° 31 – Marzo 2010), sul Dossier "Casa Pound Napoli: chi sono, che fanno, che legami hanno, a cosa servono i fascisti del terzo millennio" scritto durante la mobilitazione contro Casa Pound a Napoli.
 
1. Come è nata l’esigenza di questo dossier?
 
Il dossier su Casa Pound nasce dall’esigenza di sostenere ed ampliare la mobilitazione antifascista che ha attraversato tutto il nostro territorio a partire dal 12 settembre 2009, giorno in cui un gruppetto di neofascisti ha occupato un convento a Materdei, popolare e storico quartiere di Napoli. Da quel giorno sono partite tantissime e diverse iniziative – dalle assemblee ai presidi, dai volantinaggi ai cortei, passando per proiezioni, concerti e spettacoli teatrali… – sia per contrastare fisicamente la presenza fascista, sia per coinvolgere altri quartieri, studenti, lavoratori, disoccupati nella lotta.
Ovviamente, qualsiasi mobilitazione ha bisogno di spiegare i suoi motivi, di trovare i linguaggi più convincenti, e restituire, oltre le falsificazioni interessate dei media (subito pronti a presentare i camerati di Casa Pound come “bravi ragazzi”), la verità dei fatti. Quindi noi, oltre a coprire il livello di iniziative militanti, abbiamo cercato sin da subito di fare controinformazione, smascherando il ruolo di quotidiani come “Il Mattino”, ricordando agli “smemorati” le nobili imprese dei “fascisti del terzo millennio”, producendo articoli, video, e persino materiali più artistici, per rendere chiaro a tutti la vera essenza dei fascisti e quindi la necessità di combatterli.
Questo lavoro è andato oltre la cerchia più militante, ed è circolato ovunque anche al di là della nostra volontà, attirandosi subito l’attenzione dei fascisti che, ad esempio, hanno cercato di far sparire il nostro video “No Casa Pound” dalla rete. Il dossier è nato in questo contesto di lotta, come prolungamento di questo lavoro, ma si proponeva anche di più…
 

Prosegui la lettura…